DECRETO SOSTEGNI: CONTRIBUTI ALLE IMPRESE

Categoria: Agevolazioni per le imprese

DECRETO SOSTEGNI: CONTRIBUTI ALLE IMPRESE

24.03.2121

Al fine di sostenere gli operatori economici colpiti dall’emergenza epidemiologica “Covid-19”, l’articolo 1 del decreto Sostegni ha previsto l’erogazione di un contributo a fondo perduto.

SOGGETTI AMMESSI:

Titolari di  partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato,  che  svolgono attività d'impresa, arte o professione o producono reddito agrario. Il contributo spetta anche agli enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, in relazione allo svolgimento di attività commerciali.

SOGGETTI ESCLUSI:

Non possono beneficiare del contributo i soggetti la cui attività risulti cessata alla data di entrata in vigore del citato decreto (23 marzo 2021) o che abbiano attivato la Partita IVA successivamente alla predetta data, gli enti pubblici di cui all’articolo 74 del TUIR, gli intermediari finanziari e società di partecipazione di cui all’articolo 162-bis del TUIR.

REQUISITI RICHIESTI:

  • Aver conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro
  • Aver subito una riduzione dell’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi nel 2020 di almeno del 30% rispetto al 2019. Il contributo spetta anche in assenza del requisito del calo di fatturato/corrispettivi per i soggetti che hanno attivato la partita Iva a partire dal 1° gennaio 2019, sempre che rispettino il presupposto del limite di ricavi o compensi di 10 milioni di euro.

CALCOLO DEL CONTRIBUTO:

E' determinato calcolando in primis la differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi 2019 e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi 2020. Su questa differenza, si andrà poi ad applicare una percentuale secondo la seguente progressione:

  • 60% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 non superano la soglia di 100mila euro;
  • 50% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 superano la soglia di 100mila euro fino a 400mila;
  • 40% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 superano la soglia di 400mila euro fino a 1 milione;
  • 30% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 superano la soglia di 1milione di euro fino a 5 milioni;
  • 20% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 superano la soglia di 5 milioni di euro fino a 10 milioni.

Viene garantito comunque un contributo minimo per un importo non inferiore a mille euro per le persone fisiche e a duemila euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Per la richiesta del contributo, i soggetti a cui spetta, saranno tenuti ad inviare una istanza esclusivamente in via telematica all’Agenzia delle entrate che curerà anche il processo di erogazione del contributo stesso.

DUE DIVERSE OPZIONI:

Importante novità rispetto alla precedente erogazione del contributo a fondo perduto sarà la possibilità, riconosciuta al richiedente, di poter scegliere se ottenere il valore totale del contributo come accredito sul conto corrente bancario o postale a lui intestato ovvero come credito d’imposta da utilizzare in compensazione tramite modello F24.

 


Richiedi una consulenza


Compila questo modulo per richiedere informazioni generiche o un preventivo sui nostri servizi, oppure per fissare una call su un quesito specifico in una delle aree di consulenza di Azienda perfetta.

La completezza delle informazioni che ci fornirai ci aiuteranno ad erogare un servizio di informazione e di consulenza in linea con le tue aspettative.

Precisiamo che le nostre call normalmente sono sessioni di video conferenza oppure, su tua richiesta, possono svolgersi via telefono e mail.

Tutti i campi sono obbligatori.

© 2020 Profectus Srl - www.aziendaperfetta.it
|

Credits: Aulab Srl